top of page

Fringe Benefit: cosa cambia nel 2024?


La legge di bilancio ha apportato importanti modifiche al mondo del lavoro e agli sgravi fiscali correlati. Tra questi, figurano i cambiamenti ai cosiddetti fringe benefit.

Ma andiamo con ordine.


Cosa sono i Fringe Benefit?


I fringe benefit (o benefici accessori) sono dei benefici che un dipendente riceve dall’azienda, oltre alla sua normale retribuzione. Si tratta, in pratica, di beni e servizi concessi dal datore di lavoro ai propri dipendenti.

Fanno parte di questa categoria:

·        Auto aziendale

·        Telefono aziendale

·        Buoni pasto

·        Sussidi alla mensa aziendale

·        Corsi di Formazione

·        Alloggio

·        Polizze assicurative

Queste sono solo alcune delle tante voci che popolano la categoria dei fringe benefit.

 

Vantaggi dei Fringe Benefit


Assegnati per aumentare la produttività dei dipendenti, i fringe benefit sono vantaggiosi sia per il dipendente che per l’azienda.

Infatti, il lavoratore non incorre in nessuna tassazione su questi bonus se non superano il valore previsto dalla legge. Per l’azienda, invece, si tratta di importi completamente deducibili dal reddito d’impresa.

 

Legge di Bilancio 2024 e Fringe Benefit


Una delle modifiche più importanti che questa legge di bilancio porta con sé, è l’aggiunta alla categoria fringe benefit del rimborso delle utenze domestiche e degli affitti o interessi dei mutui.

Inoltre, è stata innalzata la soglia esentasse di tali benefici.Per dipendenti con figli a carico, la soglia esentasse è stata innalzata a 2000€, mentre per i dipendenti senza figli a carico, la soglia è stata fissata a 1000€.

 

Ai fini fiscali vengono considerati a carico tutti i figli che:

·        non superano i 24 anni e che hanno percepito un reddito inferiore ai 4000€;

·        hanno superato i 24 anni e che hanno percepito un reddito inferiore ai 2840,51€.

 

Altra cosa importante è che l’agevolazione spetta interamente a ciascun genitore, anche se hanno un unico figlio a carico. Questo significa che entrambi potranno beneficare dell’esenzione sui fringe benefit fino a 2000€.

 

Questa legge di bilancio, quindi, apporta delle importanti modifiche con lo scopo di incentivare l’utilizzo dei benefit aziendali. Benefit sempre più apprezzati sia da aziende che dai dipendenti. Infatti, nel 2023 le spese in fringe benefit sono triplicate rispetto al 2022 con picchi del 60% tra i dipendenti con meno di 30 anni.

bottom of page