REGIONE CAMPANIA PER L’ASSISTENZA EDUCATIVA AI DISABILI

REGIONE CAMPANIA PER L’ASSISTENZA EDUCATIVA AI DISABILI


20 maggio 2022 | Lavoro e dintorni
REGIONE CAMPANIA PER L’ASSISTENZA EDUCATIVA AI DISABILI

REGIONE CAMPANIA PER L’ASSISTENZA EDUCATIVA AI DISABILI

Viviamo anni difficili, in un panorama mondiale fortemente destabilizzato dalla pandemia e dai venti di guerra. Sono momenti in cui si creano solchi invece di ponti, ed è per questo che accogliamo con grande piacere iniziative come quelle della regione Campania di istituire un corso gratuito per formare nuovi operatori all’assistenza educativa ai disabili.Un ruolo, quello dell’operatore all’assistenza educativa dei disabili, che ha una fortissima valenza sociale, ancor più in un momento in cui le diversità spaventano invece di essere prese come un’opportunità di crescita per l’intera comunità.Ogni operatore dell’assistenza educativa ai disabili dovrebbe essere formato per poter attuare e svolgere servizi di assistenza a tutte le attività con valenza socio – educativa che hanno come destinatari soggetti disabili. Tali azioni sono di supporto allo svolgimento delle attività e dei laboratori didattico – creativi gestiti in prima istanza dagli educatori.Oltre al supporto nelle attività pratiche, c’è quello relativo alla preparazione di tutti i materiali utilizzati in fase di attività.  Inoltre, l’assistenza copre anche i bisogni fondamentali dell’individuo, quali la sicurezza, oltre che la pulizia e la vestizione.Come altre figure nell’ambito dell’assistenzialismo, anche questi operatori possono lavorare sia con un contratto di lavoro dipendente, sia come lavoratori autonomi, gestendo contratti di collaborazione sia con enti pubblici che privati.Come abbiamo detto, l’operatore gestisce il suo lavoro in pieno accordo con gli educatori e in quest’ambito: si propone nell’assistenza alla realizzazione di laboratori dedicati all’acquisizione di linguaggi alternativi; vigila e supporta l’educatore in tutte le attività; cura e contribuisce al soddisfacimento dei bisogni primari del disabile, quali igiene e pulizia; interviene in situazioni di emergenza, siano esse individuali o di gruppo; ha delle competenze digitali, per poter gestire strumentazioni e software destinati all’implementazione dell’offerta socio – educativa; ha competenze in lingua straniera.Il corso è indirizzato a tutti coloro che, mossi da una vera e propria vocazione all’assistenza sociale.

 

Commenta questo articolo