CONGEDO PARENTALE: QUALI NOVITÀ?

CONGEDO PARENTALE: QUALI NOVITÀ?


1 luglio 2022 | Lavoro e dintorni
CONGEDO PARENTALE: QUALI NOVITÀ?

CONGEDO PARENTALE: QUALI NOVITÀ?
Sostenere le famiglie nella gestione del quotidiano, è la sfida per un Paese più attento alle necessità dei propri cittadini. In un mercato del lavoro liquido, dare maggiori certezze a chi decide di costituire una propria famiglia, è un fattore necessario.Finalmente anche l’Italia ha recepito le direttive del consiglio europeo che regolamentano il rapporto vita – lavoro.Crescono così le tutele in materia di congedi parentali e, soprattutto, maternità, per tutti coloro che detengono un regolare contratto da lavoratore dipendente ed anche per gli autonomi e i professionisti. Il decreto va a tutelare anche i cosiddetti caregiver, coloro cioè che hanno familiari il quali necessitano di cure e quotidiana assistenza. Vediamo nello specifico tutte le novità apportate dal decreto.In primo luogo i neo papà potranno usufruire di un congedo parentale di 10 giorni nel periodo che va da due mesi prima del parto a cinque mesi successivi al parto. La normativa prevede la possibilità di usufruire della misura in atto, anche nel caso di morte del nascituro.I genitori soli, potranno godere dell’estensione del congedo parentale da 10 a 11 mesi, mentre passano da 6 a 9 i mesi di congedo parentale per le coppie. Altra novità interessante è rappresentata dall’estensione da 6 a 12 anni dei bambini per cui sarà possibile chiedere il congedo.Per i datori di lavoro, parte l’obbligo di favorire le richieste di smart working per lavoratori e lavoratrici con figli fino a 12 anni di età o senza alcun limite per coloro che hanno figli disabili. Il medesimo provvedimento verrà riconosciuto anche a coloro che si trovano nello status di caregiver.

Commenta questo articolo